Sezione
Metrica

Spiegazione ed esempi

Polisindeto

Figura retorica

· Pubblicato · Aggiornato ·

Definizione

Il polisindeto è un costrutto sintattico, consistente nell’abbondanza di congiunzioni, ovvero nell’uso ripetuto di congiunzioni coordinative, a fini espressivi, per unire un insieme di parole o frasi.


Il termine polisindeto deriva dal greco polysindetos, “avere molte congiunzioni”, da polys che significa molto e syndein = legare insieme.


Con questa figura retorica il ritmo del testo risulta rallentato e dilatato, vengono inoltre messi in rilievo particolari valori espressivi.


Uso nel linguaggio comune

Il polisindeto può essere realizzato ripetendo la stessa congiunzione coordinativa (e, né, o, ecc.) oppure ripetendo avverbi o pronomi posti in correlazione, per esempio:

  • Rimango incantato davanti al dipinto, e guardo, e osservo, e ammiro…
  • Alla stazione c’era un grande movimento, chi parte, chi arriva, chi aspetta…

Differenze con l’Asindeto

L’asindeto è caratterizzato dall’assenza di congiunzioni e si contrappone e si differenzia dal polisindeto perché:

  • consiste anch’esso nella ripetizione di frasi e periodi ma senza che vi sia una congiunzione tra di loro, es: Rimango incantato davanti al dipinto, guardo, osservo, ammiro…;
  • velocizza e rende il testo incalzante contrariamente al polisindeto che invece rallenta il ritmo inserendo delle pause.


Esempi letterari di Polisindeto:

Gli esempi tratti da testi e poesie famose sono il modo migliore per comprendere pienamente il significato del polisindeto e quando sia da utilizzare.


"…e lo cor, che di zo è concepitore,
imagina, e li piace quel desio:
e questo amore regna fra la gente…"
(J. Da Lentini, Amore è uno desio che ven da core, vv.12-14)

"…e videmi e conobbemi e chiamava…"
(Dante, Purgatorio, Canto XI, v.76)

"…e ripensò le mobili
tende, e i percossi valli,80
e il lampo de’ manipoli,
e l’onda dei cavalli,
e il concitato imperio,
e il celere ubbidir
.…"
(A. Manzoni, Il cinque maggio, vv.79-84)

"…E l’ondata mi strappava giù a scossoni, … e mi rompevo sul fondo…"
(S. Slataper, Il mio carso)

"…tra ombrosi mirti e pini e fagi e abeti …"
(M.M. BoiardoAmorum libri tres, CXXX, v.11)


Esempi di Asindeto:

"…le donne in festa, in alegreza, in gioco,
in danze perregrine, in dolci canti…"
(M.M. BoiardoAmorum libri tres, CXLV, vv.58-59)
"…le donne, i cavallier, l’arme, gli amori
le cortesia, l’audaci imprese io canto,…"
(AriostoL’Orlando furioso, Proemio, I vv.1-2)



Versione in PDF

icona pdf




ANALISI TESTI LETTERARI:

disegno di cortigiana con il liuto

"Qual rugiada qual pianto" di Torquato Tasso
parafrasi e analisi del famoso madrigale di Torquato Tasso, poesia d’amore sulla sofferenza provata dal poeta per la separazione dalla donna amata ..."Qual rugiada qual pianto" di Torquato Tasso
[vai alla parafrasi]


Olio su tela di Guercino raffigurante Erminia tra i pastori

"Ermina tra i pastori" di Torquato Tasso
parafrasi e analisi del famoso passo della Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, che descrive la parentesi idilliaca in cui Erminia in fuga trova consolazione immersa in un paesaggio naturale incantato (locus amenus) ... [vai alla parafrasi]


Frontespizio edizione del 1584 de: Orlando Furioso di Ludovico Ariosto

"Proemio Orlando furioso" di Ludovico Ariosto
parafrasi e analisi del Proemio dell’Orlando furioso. L’incipit del primo canto introduce le tematiche fondamentali della vicenda "Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese io canto..."... [vai alla parafrasi]


Angelica e Medoro, dipinto di Simone Peterzano, XVI sec. d.C.

La pazzia di Orlando di Ludovico Ariosto
parafrasi e analisi dell'episodio in cui Orlando scopre la relazione della donna di cui è innamorato, Angelica, la bellissima principessa del Catai, con Medoro, semplice fante dell’armata saracena... [vai alla parafrasi]


Beatrice e Dante - miniatura del sec. XIV

Canto primo del Paradiso vv. 85 - 142 - Dante Alighieri
parafrasi e analisi del primo canto del Paradiso di Dante: Beatrice, con l’atteggiamento di una madre amorevole verso il figlio, dolcemente chiarisce i dubbi di Dante.... [vai alla parafrasi]