Seguici su Instagram Seguici su Twitter Seguici su Pinterest Seguici su Facebook

Spiegazione ed esempi

Metafora

Figura retorica

· Pubblicato · Aggiornato ·

foto di casa vacanza in Grecia a Santorini
Vedi su Airbnb

Versione in PDF

icona pdf

Definizione:

La metafora è una figura retorica che consiste nel trasferimento di significato (un tropo) tra due termini che hanno tra loro un rapporto di affinità o somiglianza.

Può anche essere definita una similitudine implicita, per esempio dire: “sei forte e coraggioso come un leone” è una similitudine, mentre dire “sei un leone” è una metafora.

Il termine metafora deriva dal greco metaphora e significa trasporto/mutazione.

La trasposizione operata dalla metafora è un vero e proprio salto con la sostituzione di un termine con un diverso termine ricavato da un’altra area di significato ma che è assimilabile o paragonabile al primo. La metafora è utilizzata per dare forte carica espressiva alle immagini e conferire significati emblematici e suggestivi.

Nel linguaggio comune viene utilizzata spesso, per esempio quando si dice acque cristalline viene associato all’acqua un aggettivo che si riferisce al vetro e quindi si utilizza una trasposizione semantica che aiuta a rendere l’idea della limpidezza dell’acqua.

Altre espressioni di esempio possono essere: sono in alto mare (per dire che sono ancora molto lontano dal concludere qualcosa come una barca in mezzo al mare è lontana dalla riva di approdo), è un pozzo di scienza (il riferimento al pozzo dà la misura di quanto profonda è la conoscenza),  sei un fulmine, gli anni verdi, il tempo è volato, questo luogo è un paradiso, accecato dall’ira, il piede del tavolo, ecc.

Di origine metaforica sono i modi di dire (non cercare il pelo nell’uovo!).



Esempi di Metafora:

Da P. Bembo, Rime, Crin d’oro crespo e d’ambra tersa e pura, v.2
“…ch'a l'aura su la neve ondeggi e vole…”
Il termine neve designa il volto della donna, sostituisce al termine proprio (volto) un altro termine (neve) in base al fatto che hanno in comune la qualità del candore.


Da: Dante, Inferno, XXXIII, v.49
"…Io non piangea, sì dentro impetrai…"
Il suo cuore era diventato "duro come una pietra".


Da: Dante,  Paradiso, I, v.112-114
"… onde si muovono a diversi porti
per lo gran mar de l'essere, e ciascuna
con istinto a lei dato che la porti…"
L’universo, l’esistente, è un mare sul quale gli uomini si muovono come navi che attraccano a porti diversi, perché hanno destini differenti.


Da: Ariosto, Orlando furioso Canto I, Proemio, Ottava IV
 “…e de’ vostri avi illustri il ceppo vecchio…”
ceppo vecchio al posto di  “capostipite”


Da: G. Leopardi, La sera del dì di festa, vv.23-24
"…Mi getto, e grido, e fremo. Oh giorni orrendi
in così verde etate! …"
Il termine verde etate viene utilizzato in sostituzione del termine “gioventù”.


Da: A. Manzoni, Il Cinque Maggio, vv.47-48
"…due volte nella polvere,
due volte sull’altar…"
Il poeta utilizza nella polvere al posto di “in disgrazia” e sull’altar al posto di “in trionfo”.


Da: G. Pascoli, X Agosto, v.13
"…Anche un uomo tornava al suo nido…"
Il termine nido è utilizzato al posto di “casa”.


Da: G. Ungaretti, Natale, vv.1/4
"…Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade…"
Il gomitolo di strade è l’intrico delle strade del centro affollate per gli acquisti di Natale che viene paragonato ad una matassa di fili intricati.




ANALISI TESTI LETTERARI: