Seguici su Instagram Seguici su Twitter Seguici su Pinterest Seguici su Facebook

Spiegazione ed esempi

Zeugma

Figura retorica di parola

· Pubblicato ·

foto di casa vacanza in Grecia a Santorini
Vedi su Airbnb

Versione in PDF

icona pdf

Definizione:

Lo zeugma (dal greco antico = aggiogamento e quindi «legame, unione») è una figura retorica di parola che consiste nel legare ad un unico verbo due espressioni che invece, per il loro significato, dovrebbero dipendere da due verbi distinti.
Il termine zeugma è greco e significa aggiogamento, nel senso di tenere unite due cose sotto un unico legame.


Nel linguaggio comune si ricorre molto spesso a questa figura retorica come quando si afferma, creando un'incoerenza sintattica: "Io vado di qua, tu di là", in cui la prima persona si adatta al primo soggetto ma non al secondo che richiederebbe la seconda persona singolare (tu vai di là).


Esempi di Zeugma:

Da: Dante, Divina Commedia, Inferno, Canto XXXIII, v.9
"..Parlare e lagrimar vedrai insieme.."
i due infiniti parlare e lagrimar sono retti entrambi da vedrai, mentre parlare richiederebbe il verbo udire o sentire.

Da: Dante, Divina Commedia, Purgatorio, Canto XXXI, v.20
"..Fuori sgorgando lagrime e sospiri.."
lagrime e sospiri sono retti da sgorgando ma il verbo non si adatta a sospiri (i sospiri non sgorgano)


Da: Ariosto, Orlando furioso Canto I,   Proemio, Ottava II
 “…che per amor venne in furore e matto…”
Furore e matto vengono retti da venne ma matto richiederebbe invece il verbo divenire (divenne matto).






ANALISI TESTI LETTERARI: