Seguici su Instagram Seguici su Twitter Seguici su Pinterest Seguici su Facebook

Spiegazione ed esempi

Allegoria

Figura retorica di pensiero

· Pubblicato ·

Versione in PDF

icona pdf

Definizione:

L’allegoria è una figura retorica di pensiero.

Letteralmente (dal greco allon "altro" e agoreuo "dico") significa "dire diversamente".
L’allegoria è una "metafora continuata" in cui quanto espresso, con la narrazione o descrizione, non va inteso nel suo significato letterale, ma interpretato nel significato che si nasconde sotto la lettera, cioè nel suo significato simbolico.
Il procedimento consiste nella capacità di trasformare concetti astratti e significati morali in immagini concrete ed allusive.


Differenza tra allegoria e metafora

Nell’allegoria, come nella metafora, vi è la sostituzione di un oggetto con un altro, ma la differenza tra allegoria e metafora è costituita da fatto che:



Esempi di Allegoria:

Apologhi, miti, parabole, favole (come le favole di Fedro) sono allegorie.


La "Divina Commedia" è tutta una allegoria, infatti attraverso il viaggio immaginario di Dante nel mondo dell’aldilà viene rappresentato allegoricamente il percorso di un’anima verso la salvezza cristiana.


Anche il sonetto (Canz. CLXXXIX) “Passa la nave mia colma d’oblio” di Petrarca rappresenta un celebre esempio di allegoria: la nave che solca il mare in tempesta  rappresenta la vita umana che attraversa pericoli e difficoltà; il naufragio è la morte mentre il porto è la salvezza.


Nel "Canto notturno", di Leopardi, il vecchierel, bianco, infermo… rappresenta l’allegoria della vita umana:

"…Vecchierel bianco, infermo,
mezzo vestito e scalzo,
con gravissimo fascio in su le spalle,
per montagna e per valle,
per sassi acuti, ed alta rena, e fratte,
al vento, alla tempesta, e quando avvampa
l’ora, e quando poi gela,
corre via, corre, anela
varca torrenti e stagni,
cade, risorge, e più e più s’affretta,
senza posa o ristoro,
lacero, sanguinoso; infin ch’arriva
colà dove la via
e dove il tanto faticar fu volto:
abisso orrido, immenso,
ov’ei precipitando, il tutto oblia.
Vergine luna, tale
è la vita mortale…"
(G. Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, vv.21/38)




ANALISI TESTI LETTERARI: