Seguici su Instagram Seguici su Twitter Seguici su Pinterest Seguici su Facebook

Parafrasi e analisi della poesia
Amor è uno desio che ven da core
(Natura d’amore)

(Sonetto vv. 1-14)

Jacopo da Lentini

· Pubblicato · Aggiornato ·
immagine due innamorati - amor cortese
Sonetto di Jacopo da Lentini

Versione in PDF

icona pdf

TESTO

PARAFRASI

[1] Amore è uno desio che ven da core
per abondanza di gran piacimento;
e li occhi in prima generan l’amore
e lo core li dà nutricamento.

[1] Amore è un desiderio (desio) che sgorga dal cuore e nasce dall’intensità del piacere (abondanza di gran piacimento), gli occhi per primi fanno nascere l’amore e poi viene nutrito dal cuore (lo core li dà nutricamento).

[5] Ben è alcuna fiata om amatore
senza vedere so ’namoramento,
ma quell’amor che stringe con furore
da la vista de li occhi ha nascimento:

[5] E’ possibile (Ben è) che qualche volta (alcuna fiata) l’uomo ami senza aver visto la persona di cui è innamorato (so ’namoramento), ma l’amore vero, quello che avvince con l’impeto della passione (stringe con furore), nasce (ha nascimento) dalla vista dell’amata:

[9] ché li occhi rapresentan a lo core
d’onni cosa che veden bono e rio
com’è formata naturalemente;

[9] Gli occhi presentano al cuore ogni cosa che vedono informandolo su ciò che in ciascuna vi è di naturalmente buono o cattivo (rio);

[12] e lo cor, che di zo è concepitore,
imagina, e li piace quel desio:
e questo amore regna fra la gente.

[12] e il cuore che accoglie in sè ciò (che di zo è concepitore - zo = sta per ciò. E' una forma comune nei testi siciliani delle origini), immagina [quella cosa] e prova piacere nel desiderarla: questo è l’amore che regna tra gli uomini (fra la gente).



Analisi del testo della poesia:

Questo sonetto fa parte di una tenzone (scambio di poesie o di strofe alternate, tra due o più poeti, per confrontarsi su un argomento specifico) con Jacopo Mostacci e Pier della Vigna disputata prima del 1248.
E' una poesia d'amore ma non amore inteso come sentimento provato e di cui si è fatta esperienza bensì come problema filosofico. Questo sonetto è uno dei primi della tradizione poetica ad avere questo approccio.
Il tema affrontato è dunque la natura dell’amore. L’amore per il Poeta è la trasfigurazione della realtà. L’amore nasce dal cuore che ricevono però lo stimolo dagli occhi che gli inviano l’immagine di ciò che vedono e fanno scoccare la scintilla.
I contenuti del sonetto celebrano l’amore in generale, non legato alla propria esperienza personale, con argomenti perfettamente in linea con le teorie della tradizione lirica cortese dei poeti provenzali, precursori della Scuola Siciliana ma immettendo anche elementi di novità soprattutto riguardo la concezionr maggiormente introspettiva dell'amore e della donna, depurata dalla sensualità che aveva nei testi provenzali.

Metro:

Sonetto. Schema di rime: ABAB, ABAB, CDE, CDE. La forma lirica è elegante e raffinata anche se un po’ schematica in una lingua ricercata e preziosa in cui non vi è traccia di residui dialettali.


VEDI ANCHE:

Copertina libro "Una vita"

Una vita di Italo Svevo
riassunto del primo romanzo dello scrittore triestino Italo Svevo: trama, analisi, personaggi, ambientazione, stile. Focus sulla figura dell'inetto Alfonso Nitti ... [vai al riassunto]

Copertina libro Senilità

Senilità di Italo Svevo
riassunto del secondo romanzo dello scrittore triestino Italo Svevo: trama, analisi, personaggi, ambientazione, stile. Focus sulla figura dell'inetto Emilio Brentani ... [vai al riassunto]

Konrad Lorenz con l'ochetta Martina

Konrad Lorenz: L'ochetta Martina
riassunto e analisi di uno dei più famosi racconti di Konrad Lorenz, famoso etologo, tratto dalla sua opera: L'anello di Re Salomone. L'ochetta selvatica Martina diventa parte della famiglia e identifica Lorenz con la propria mamma...[vai al riassunto]

↑ up