Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Seguici su Pinterest

Ludovico Ariosto

(Reggio Emilia, 1474 – Ferrara, 1533)

Ludovico Ariosto - presunto ritratto di Tiziano, olio su tela, 1515
Ludovico Ariosto - poeta e commediografo

VITA

Nasce a Reggio Emilia nel 1474. Con la famiglia si trasferisce a Ferrara dieci anni dopo per seguire il padre, il Conte Niccolò, appartenente alla nobile famiglia degli Ariosti che lavora alla Corte degli Estensi.
Dapprima intraprende studi di legge che abbandona per seguire l’interesse che nutre da sempre verso lo studio delle lettere e della poesia.
Alla morte del padre, nel 1500, si trova a dover provvedere al mantenimento della famiglia, in qualità di primogenito, ed è costretto ad abbandonare gli studi e diventare uomo di Corte al servizio dei Duchi d’Este.
Al servizio del Cardinale Ippolito d’Este, fratello del Duca Alfonso, Ariosto ha pochissime possibilità di dedicarsi con continuità al suo lavoro di poeta dato che il Cardinale non ne riconosce il talento e lo impegna come suo uomo di fiducia, affidandogli a volte anche umili mansioni, e costringendolo ad accompagnarlo durante i suoi lunghi viaggi.
Nel 1517 riesce a cambiare incarico andando al servizio del Duca Alfonso che gli concede maggior tempo libero per dedicarsi alla letteratura. Segue un periodo di tre anni in cui assumerà il Governatorato della Garfagnana e finalmente nel 1525 si ritira a vita privata e torna a vivere a Ferrara. Gli ultimi anni della sua vita li dedica alla revisione dell’Orlando Furioso, il poema che aveva composto negli anni precedenti.
Dopo aver avuto due figli da due domestiche al suo servizio, il primo mai riconosciuto mentre il secondo verrà legittimato, Ariosto si innamora di Alessandra Benucci Strozzi, vedova di un mercante che frequentava la corte estense per affari, che Ariosto sposò nel 1527 in gran segreto e già anziano.
Muore di enterite nel 1533.


OPERE

↑ up