Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Seguici su Pinterest

Lorenzo de’ Medici

detto Il Magnifico

(Firenze, 1449 – Careggi, 1492)

· Pubblicato · Aggiornato ·
Lorenzo de’ Medici - ritratto di Vasari, olio su tela, 1533-34
Lorenzo de’ Medici - politico e poeta

VITA

Lorenzo de’ Medici nasce a Firenze il 2 gennaio 1449. E’ figlio di Piero, figlio di Cosimo il Vecchio, signore di Firenze, e di Lucrezia Tornabuoni. Riceve un’educazione umanistica e, appena ventenne, alla morte del padre, assume il governo della città e dello Stato fiorentino.
Nello stesso anno, 1469, si sposa con la nobile Clarice Orsini, appartenente alla potente famiglia romana.
Dal punto di vista politico dimostra una notevole abilità diplomatica e politica che gli permette di consolidare la signoria medicea sia in Firenze sia in relazione agli altri stati italiani. Rafforza il prestigio della sua città e fa diventare la Signoria di Firenze lo stato moderatore delle contese fra i vari potentati della penisola.
Si dimostra un grande mecenate, protettore di letterati ed artisti, e, fin dagli anni giovanili, uomo di grandi interessi culturali. Arricchisce Firenze di capolavori pittorici e architettonici e ne fa un importante centro culturale e artistico.
E’ anche poeta e scrittore vario e fecondo. Le sue opere rispecchiano il mondo culturale dell’epoca e rappresentano un incontro tra gli ideali umanistici e la letteratura volgare.
Per le grandi doti dimostrate viene chiamato il Magnifico.
Muore l’8 aprile 1492, a soli 43 anni. La sua morte segna per Firenze l’inizio di un lungo periodo di crisi.

Tra le sue opere più significative:


OPERE

↑ up