Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Seguici su Pinterest

Rembrandt Harmenszoon van Rijn

(Leida, 1606 – Amsterdam, 1669)

Autoritratto di Rembrandt del 1657
Rembrandt - Autoritratto, 1657, conservato al Kunsthistorischesv Museum di Vienna

VITA

Rembrandt Harmenszoon van Rijn è uno dei massimi pittori olandesi e figura di riferimento della pittura europea del Seicento.
Nasce a Leida nel 1606, figlio di un mugnaio, si forma nella sua città. Nel 1632 si trasferisce ad Amsterdam dove gli viene riconosciuto da subito un grande successo soprattutto come ritrattista.
Pur attenendosi alle principali caratteristiche dell’arte olandese né dà una propria interpretazione trasformandole conferendo una profondità espressiva che lo distingue dagli altri interpreti. E’ pittore di ritratti, autoritratti, scene di genere e scene religiose. Al centro della sua produzione pone l’uomo, con le sue sofferenze e la sua interiorità. Eccelle nell’uso della luce e nella caratterizzazione psicologica dei suoi personaggi, oltre che per l’accuratezza della descrizione dei costumi e per la resa dei particolari.
Diversamente dalla maggior parte dei pittori dell'epoca, che completavano la loro formazione artistica facendo viaggi in Italia per studiare arte italiana di prima mano, Rembrandt non è mai andato all'estero ma ha voracemente studiato il lavoro di artisti nordici che avevano vissuto in Italia. Alla sua formazione contribuisce anche il caravaggismo importato in Olanda da artisti come Terbruggen e Honthorst. La sua pittura presenta improvvise accensioni luminose che mettono in risalto il soggetto rappresentato.
Con il tempo aumenta il suo pessimismo perché perde la moglie, Saskia, e tre dei quattro figli che muoiono ancora neonati. Solo l'ultimo, Tito, sopravvive ma è destinato a morire giovane non ancora trentenne. In età avanzata ha un’altra figlia dalla propria governante. Con il tempo la sua carriera va in declino. Inizia la sua parabola discendente e alla sua morte è considerato sorpassato.
Muore in povertà e solitudine ad Amsterdam il 4 ottobre 1669, all’età di 63 anni.
Nei secoli a seguire rimane a lungo uno sconosciuto. La sua riscoperta avviene soltanto a partire dalla seconda metà dell’Ottocento.

OPERE

↑ up